Quando non c'è energia
non c'è colore, non c'è forma,
non c'è vita.

Caravaggio 1571 – 1610 

Il colore e la sua applicazione

Importante per un color designer è la reazione emotiva che suscita ogni oggetto architettonico.
Il colore ha un effetto profondo fisico e psicologico sulle persone ed in particolare sull’utente. L’obiettivo del color designer è l’uso attento e corretto del colore al fine di creare un ambiente armonioso e che riduce lo stress, tenendo sempre conto delle esigenze degli utenti. 

Colore e ambiente 

Colore e architettura vanno di pari passo. L’occhio umano percepisce in primo luogo la forma/sagoma attraverso il colore. La caratteristica di questa percezione è che la forma e il colore non possono essere separati l’uno dall’altro. Il colore è il linguaggio della forma ed è anche il linguaggio delle emozioni. L’architetto Prof. Sune Lindstrom sottolinea: „Per ogni oggetto architettonico, è la reazione emotiva che è importante per noi.“

Con il colore viene fortemente influenzato il volto delle nostre città. Noi siamo condizionati sia dalla società culturale del nostro ambiente come pure dal contesto emozionale del colore. 

Abitazioni private

La vita moderna è caratterizzata da velocità e stress, case e appartamenti dovrebbero dunque offrire relax. Ciò che per una persona significa “quiete e relax”, non lo e necessariamente per un'altra. Progettando, il color designer deve rispettare la personalità del cliente ed approfondire il rapporto personale dello stesso con il colore.

La progettazione richiede una conoscenza profonda della psicologia del colore, perché il colore è un elemento essenziale anche per dare tocco personale ad un’abitazione. L’effetto psicologico del colore influenza non solo la personalità individuale, ma anche ogni singolo spazio abitativo.

Settore sanitario

In un workshop effettuato nel 1978 dal National Bureau of Standards (Dipartimento USA del commercio) dal titolo “colore e salute” è emerso che l’applicazione del colore nel campo sanitario ha un influsso diretto sulla salute ed il benessere del paziente.

Il colore può stimolare il processo di guarigione e rafforzare la fiducia degli utenti, in quanto utilizzato in base a conoscenze interdisciplinari, e non come conseguenza di cambiamenti di tendenza o di gusti diversi.

Uffici e industria

Studi, compresi quelli nel campo della psicologia industriale, sottolineano che uno scarso utilizzo del colore sul posto di lavoro porta alla monotonia. Le conseguenze sono uno sforzo maggiore, mancanza di motivazione, interazioni negative e minore produttività.

La corretta strutturazione del colore

  • aiuta la percezione;

  • aumenta l’efficienza e riduce al minimo gli errori;

  • compensa, in particolare nell’industria, problemi specifici come rumore, calore, freddo, odori, secchezza e umidità.

  • Aiuta la percezione, in quanto protegge gli occhi 

Scuole

L’aspetto di una scuola ha un’inimmaginabile influenza psico-fisiologica sugli studenti. Molti casi di irritabilità, mancanza di concentrazione, esaurimento precoce, mancanza di interesse o problemi comportamentali possono essere attribuiti, in base a studi pertinenti, direttamente a cattive condizioni ambientali. Si tratta quasi esclusivamente all’utilizzo errato del colore e alla cattiva qualità della luce, della qualità in senso biologico. Oltre ai fattori fisiologici che concernono il rapporto tra colore ed ergonomia visiva, bisogna considerare pure gli aspetti psicologici. Questi includono i vari gruppi di età, il loro stato di sviluppo individuale e delle loro esigenze particolari. L’allestimento efficace delle aule deve sempre basarsi sulla conoscenza delle interazioni psico-fisiologico di luce e colore.

Ristorazione

Finché il cibo e il servizio sono buoni ed il prezzo è giusto, un ristorante con colori attraenti avrà più successo rispetto alla concorrenza. Stimoli multi-sensoriali aumentano l’appetito. Di conseguenza, il colore nei ristoranti dovrebbe considerare associazioni psicologiche con appetito e odori.

Per ulteriori informazioni e per un'offerta contattami

Contatto